La terra vista dallo spazio

Un’intervista per riflettere insieme sulla fragilità del pianeta e sulle prossime missioni lunari quella concessa dagli astronauti Paolo Nespoli e Roberto Vittori, presenti alla Mostra del Cinema di Venezia per presentare il documentario “Lunar City”, insieme alla regista Alessandra Bonavina.
Il docufilm è il secondo capitolo della trilogia Expedition, prodotto da Omnia Gold Studios Production in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e la Nasa e dedicato alle future missioni lunari, in occasione del 50esimo anniversario dello sbarco sulla Luna del 20 luglio 1969.
“Dallo spazio la terra si vede in un modo diverso – ha raccontato Paolo Nespoli -, si ha una visione d’insieme. Io ho visto un pianeta bellissimo ma incredibilmente fragile”. Anche se poi capisci che in fondo “il pianeta è un pezzo di terra, non ci si può far molto, e che in realtà ad essere fragile è la nostra presenza sulla terra”.
“Lo spazio è il nostro futuro, lo spazio è ricerca, lo spazio è tecnologia”. Così l’astronauta Roberto Vittori, secondo cui l’unico modo per assicurare la sopravvivenza dell’ecosistema terrestre è quello di “uscir fuori”, di continuare a esplorare, a studiare per ridurre il nostro impatto forte e inopportuno sull’ambiente.

(Nel video sotto l’intervista ai due astronauti a cura di Anna Moccia e Marco Gisotti)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=_z-OEEq53Rs]

Foto: CC0 Public Domain

Lascia un commento