Non abbiate paura | Commento al Vangelo di Don Cosimo Schena

di Don Cosimo Schena *

Siamo giunti alla XII domenica del Tempo Ordinario. Oggi la liturgia ci presenta un Vangelo che ci fa riflettere sulle nostre paure, sulla nostra testimonianza di essere dei buoni cristiani, anche nei luoghi dove non si crede in Dio, anche verso quelle persone che non credono e sono lontane da Lui.

Gesù per ben tre volte dice “non abbiate paura” di essere voi stessi, di portare Cristo, di portare la vostra fede nei luoghi in cui vivete ogni giorno, iniziando soprattutto da casa, poi a lavoro e per le strade. Dobbiamo essere dei testimoni credibili, cioè portare la testimonianza credibile di Cristo nella nostra vita, attraverso le nostre parole e i nostri gesti. Gli altri devono rendersi conto che Cristo vive in noi.

Il Vangelo è scritto da Matteo in un periodo in cui c’erano molte persecuzioni. Dopo la resurrezione di Gesù iniziano le diverse testimonianze, i viaggi per andare a portare Gesù ovunque e sono tanti i cristiani perseguitati, che danno la vita per la loro fede. Anche noi oggi siamo un po’ perseguitati ogni volta che non veniamo creduti, quando ci troviamo in un posto e l’amore di Dio non c’è. Ed è lì che dobbiamo insistere con la nostra testimonianza, far riconoscere agli altri che siamo cristiani.

Quando gli altri non vedono Dio in noi, ma solo noi stessi, c’è qualcosa che non va. Cerchiamo di rivedere la nostra vita personale, di fidarci veramente di Lui e ricordare sempre che dobbiamo portare l’amore di Dio ovunque andiamo e dove siamo.

Si dice che la Bibbia riporta per ben 365 volte l’espressione «non avere paura». È bello pensare che ogni giorno il Signore ci dice di non aver paura. Non dobbiamo aver paura se Dio è con noi, ma Lui è con noi solo se gli facciamo spazio nella nostra vita.

Un abbraccio e buona domenica

Cosimo-Schena

* Don Cosimo Schena, sacerdote, poeta e filosofo. Parrocchia Mater Domini di Mesagne (BR). Autore di Terra e Missione

Don Cosimo Schena @doncosimoschena

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 10,26-33) – «Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri! Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento