Le celebrità italiane con Unhcr per la Giornata Mondiale del Rifugiato

Greta Scarano, Alessandro Gassman, Lino Guanciale e Lorena Bianchetti tra le celebrità che si uniscono a Unhcr per la Giornata Mondiale del Rifugiato

di Redazione

Il 20 giugno è la Giornata mondiale del rifugiato, appuntamento annuale voluto dalle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre, violenze e persecuzioni, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era la loro vita per cercare salvezza in un altro paese.

Quest’anno molte le celebrità italiane si sono unite a Unhcr, Agenzia ONU per i Rifugiati, a sostegno della campagna Insieme possiamo fare la differenza – Together we can do anything. Tra loro Greta Scarano, protagonista dello spot ufficiale dell’iniziativa, che chiede la piena inclusione dei rifugiati in ogni ambito della società, dal lavoro allo studio allo sport.

L’attrice ha anche raccontato attraverso un video la storia di Ruth. In fuga dal Congo, Ruth ha trovato protezione in Italia e nel nostro paese è riuscita a realizzare il sogno di diventare medico. Oggi collabora con l’Azienda Sanitaria del Piemonte anche nell’ambito dell’emergenza Covid 19, ed è presidentessa dell’Associazione Mosaico Azione dei Rifugiati per promuovere la piena integrazione dei rifugiati nella società.

Il 20 giugno Alessandro Gassmann, Ambasciatore di Buona Volontà dell’UNHCR, Lino Guanciale, Lorena Bianchetti e Mia Ceran lasceranno i loro canali social per un takeover da parte di quattro rifugiati, Hanna, Ahmed, Rahmat e Joy, che racconteranno le loro storie.

A sostenere la campagna Insieme possiamo fare la differenza – Together we can do anything anche Nicole Grimaudo, Carolina Crescentini, Francesco Pannofino, Paola Saluzzi, Cecilia Dazzi, che attraverso i loro social hanno ricordato che la nostra forza è la solidarietà e che in un mondo interconnesso non saremo al sicuro fino a quando non lo siamo tutti.

Oltre 82 milioni di persone al mondo, l’1% della popolazione globale, è in fuga da guerre e persecuzioni. I rifugiati sono studenti e insegnanti, sono atleti, sono cuochi, sono medici e infermieri. Portano con sé nella fuga un bagaglio di competenze che possono arricchire le comunità ospitanti, diventando risorse preziose per la società e per il bene comune.

«Nella Giornata Mondiale del Rifugiato, mentre ci fermiamo ad esprimere solidarietà con i rifugiati nelle nostre comunità e in tutto il mondo, spero che ognuno riconosca e ammiri la forza, la determinazione e i contributi delle persone costrette a fuggire. Io e i miei colleghi abbiamo il privilegio di essere testimoni della loro tenacia e dei loro successi tutti i giorni, e questo – specialmente oggi – dovrebbe essere una fonte di ispirazione per tutti, ovunque». Dichiara in una nota Filippo Grandi, l’alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Insieme, possiamo costruire comunità più forti. Insieme possiamo fare la differenza.

Puoi seguire Hanna sull’account Instagram di Alessandro Gassmann.

Puoi seguire Ahmed sull’account Instagram di Lino Guanciale.

Puoi seguire Rahmat sull’account Instagram di Lorena Bianchetti.

Puoi seguire Joy sull’account Instagram di Mia Ceran.

Foto: © UNHCR

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento