Madagascar. In viaggio con i missionari della Consolata

“Fino ai confini della terra” è la rubrica che ospita viaggi virtuali in compagnia di missionari e missionarie che vivono negli angoli più difficili e dimenticati del pianeta. Questo mese ci colleghiamo dalla missione di Beandrarezona, Diocesi di Amabaja, in Madagascar, avviata nel 2019 dai Missionari della Consolata.

missione Consolata in Madagascar

La puntata di “Fino ai confini della Terra” sarà trasmessa in diretta streaming il 22 giugno, alle ore 20:30, sulle pagine Facebook e YouTube di Terra e Missione.

La missione di Beandrarezona in Madagascar

Missionari della Consolata in Madagascar

La missione di Beandrarezona è una nuova missione per i Missionari della Consolata. Si trova nella regione di Sofia, nella provincia di Mahajanga, nel distretto di Bealanana, Madagascar.

Beandrarezona è un comune rurale con una popolazione di 21.400 abitanti e si compone di 57 villaggi distanti tra loro. L’etnia dominante è Tsimihety. La maggioranza della popolazione della regione, il 57%, è impegnata in agricoltura, mentre il 45% alleva il bestiame. Gli agricoltori coltivano principalmente riso, arachidi, fagioli, mais, ecc. L’agricoltura è la sussistenza per i popoli e la maggior parte dei prodotti agricoli sono destinati al consumo domestico.

Beandrarezona è uno dei luoghi più poveri della regione di Sofia. Nonostante le sue risorse naturali, la realtà più notevole è l’alto livello di povertà, per cui la maggioranza della popolazione vive con meno di 1,90 dollari al giorno.

La quotidianità dei missionari nella Parrocchia di Beandrarezona

La Missione di Beandrarezona ha 716 Cattolici, il 90% dei quali sono giovani e bambini. Tuttavia, è un buon segno di un futuro migliore. La maggior parte delle persone pratica credenze religiose tradizionali, per cui Beandrarezona viene considerato luogo di prima evangelizzazione.

I Missionari della Consolata (IMC) sono arrivati lì nel 2019 con la missione, propria del loro carisma, di annunciare il Vangelo e portare la vera consolazione, Gesù, al popolo. Essendo un luogo di prima evangelizzazione, i tre missionari oggi vivono nel villaggio con la gente, condividendo con loro la vita quotidiana, cosa che tocca molto le persone che per la prima volta vedono preti che fanno la loro stessa vita di tutti i giorni.

L’attività principale della missione è l’animazione missionaria intesa nel suo senso più ampio: si va dalla formazione cristiana, quindi catechesi per bambini, giovani e adulti, a tutte quelle altre attività che puntano alla promozione umana.

Missionari della Consolata nella missione in Madagascar

Si organizzano a questo riguardo seminari sul tema della salute, dell’eradicazione della povertà, della cura dell’ambiente, dei diritti umani. Si cerca di promuovere la dignità della persona, l’uguaglianza di genere e di combattere la violenza domestica, che è una delle piaghe della missione.

Il progetto speciale dei missionari della Consolata

I tre missionari che vivono a Beandrarezona desiderano dare l’opportunità, soprattutto ai giovani, di acquisire le informazioni e le conoscenze necessarie per prendere buone decisioni sulla loro vita, nella consapevolezza che l’accesso a una buona educazione e a una informazione corretta aiuta a rendersi liberi e padroni del proprio futuro.

Un buon numero di Cattolici a Beandrarezona non ha invece gli strumenti necessari per poter conseguire una buona formazione, tanto in materia religiosa, come anche sociale ed educativa. L’intenzione dei missionari è quella di attivare un certo numero di seminari di formazione che coinvolgano tutta la popolazione locale al fine di ridurre il livello di povertà ed ignoranza.

Missionario della Consolata in Madagascar

L’obiettivo è acquistare per la missione gli strumenti necessari a presentare alla gente temi/argomenti utili alla loro crescita educativa e spirituale. Si tratta di dotare i missionari di risorse, per noi molto comuni, come un computer, un proiettore, un sistema di amplificazione e uno schermo, il tutto adatto ad essere trasportato nella visita alle varie comunità che compongono la missione. Utilizzando i moderni mezzi di comunicazione, bambini, giovani, e adulti di Beandrarezona acquisiranno quella conoscenza che sperano aiuterà loro a produrre cambiamenti a livello spirituale, sociale ed economico.

Per sostenere il lavoro dei Missionari della Consolata in Madagascar scarica l’app Tucum, clicca su “sostieni un ente accreditato” e seleziona “Missioni Consolata Onlus”.

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento