All’Università Pontificia Salesiana il corso per dirigenti di enti di terzo settore

Un nuovo corso universitario che intende formare i dirigenti del Terzo settore a valorizzare la mission della propria organizzazione e assumere decisioni per il bene delle comunità nelle quali operano.

di Redazione

La facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana, attraverso l’Istituto di metodologia pedagogica, in collaborazione con l’associazione Salesiani per il Sociale APS e il Forum nazionale del Terzo settore, organizzano un corso di alta formazione per dirigenti di Enti di Terzo settore.

Il riassetto del comparto del Terzo settore, guidato dalle linee della legge di riforma (L. 106/2006) e dai successivi dispositivi applicativi, come il codice del terzo settore (D. Lgs 117/17) impone un aggiornamento nella gestione e nel coordinamento di questi enti che sono appunto coinvolti in una grande stagione di cambiamenti.

Il percorso universitario intende quindi formare i dirigenti del Terzo settore affinché siano in grado di rispondere ai bisogni sociali, culturali e individuali, di valorizzare la mission della propria organizzazione e di assumere decisioni per il bene delle comunità nelle quali operano.

I destinatari sono figure dirigenziali interessate ad approfondire competenze di pianificazione strategica e sviluppo di particolari aree del proprio ente di appartenenza. Persone orientate alla dirigenza e che intendono acquisire elementi formativi per una gestione competente di Enti del Terzo settore, o che vogliono qualificare un ruolo attuale o imminente.

“Nell’insieme della proposta formativa e culturale della nostra Istituzione, che ha come punto di riferimento fondamentale l’educazione e l’attenzione al mondo giovanile – commenta il prof. Mauro Mantovani, rettore dell’Università Pontificia Salesiana, – questo corso assume un grande rilievo per la sua capacità di rispondere ad un’esigenza evidente della nostra società, favorendo il rapporto virtuoso tra identità e valori di riferimento, aspetti professionalizzanti e specifiche competenze tecniche di cui c’è sempre più bisogno per assolvere pienamente alla missione propria di ogni ente del Terzo settore: operare in vista del bene comune e della fraternità e amicizia sociale”.

“In un momento storico in cui il Terzo settore è chiamato a dare risposte nuove nel sociale, ad avere la capacità di leggere bisogni, necessità che cambiano di continuo, come Salesiani in Italia abbiamo voluto promuovere un percorso formativo di alto livello per dirigenti degli enti del Terzo Settore. Crediamo che la formazione sia il punto cardine per riuscire a vincere la sfida nel sociale”, spiega don Roberto Dal Molin, presidente di Salesiani per il Sociale APS.

“Il Terzo settore è l’unico che ha registrato, dal 2008 ad oggi – prima della crisi del Coronovirus – una costante crescita in termini numerici ed economici, tanto da essere interessato da una riforma che ha l’obiettivo di ridisegnarne il perimetro e riconfigurarne il quadro normativo. Crediamo che in questo momento sia di grande importanza investire sulla formazione dei soggetti interessati da questa riforma, perché siano in grado di gestire con competenza le proprie organizzazioni e di risponde-re ai nuovi bisogni emergenti nelle comunità”, così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum nazionale del Terzo settore.

Maggiori informazioni sul sito dell’Università Pontificia Salesiana

Crediti foto: Ridofranz/Collezione Essentials/Getty Images

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento