Papa Francesco ad Assisi per la V Giornata mondiale dei poveri

Sarà incentrata sul tema “I poveri li avete sempre con voi” (Mc 14,7), la quinta Giornata Mondiale dei Poveri, in programma domenica 14 novembre. Papa Francesco sarà ad Assisi venerdì 12 novembre.

di Redazione

Si celebra il prossimo 14 novembre la quinta edizione della Giornata Mondiale dei Poveri, iniziativa fortemente voluta da Papa Francesco per sollecitare la Chiesa e i fedeli a “uscire” per incontrare la povertà nelle varie accezioni in cui nel mondo moderno si manifestano e tendere la mano verso chi è più bisognoso.

Il motto scelto per promuovere la Giornata quest’anno viene dal Vangelo di Marco: “I poveri li avete sempre con voi” (Mc 14,7), reso noto come sempre attraverso il Messaggio del Santo Padre diffuso il giorno di S. Antonio di Padova, lo scorso 13 giugno.

Come ogni anno il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, Dicastero vaticano incaricato dal Papa di promuovere l’evento, ha organizzato diverse iniziative che verranno realizzate nella settimana che precede la Giornata.

Incontro di Papa Francesco con i Poveri ad Assisi

Il Santo Padre si recherà venerdì 12 novembre, in visita privata, ad Assisi nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Papa Francesco incontrerà un gruppo di 500 poveri provenienti da diverse parti dell’Europa e trascorrerà con loro un momento di ascolto e preghiera.

Il Papa verrà accolto dall’“abbraccio dei poveri” che gli doneranno il mantello e il bastone del Pellegrino e lo accompagneranno in processione verso la Basilica. In un primo momento Papa Francesco, ripercorrendo i gesti di San Francesco d’Assisi si soffermerà a pregare presso la Porziuncola, luogo tra i più importanti nella vita del Santo, che in quel tempo amava accogliere i suoi frati, i numerosi poveri e dove Santa Chiara decise di consacrarsi al Signore. Lì, compirà anche un gesto significativo: alla fine della celebrazione benedirà una pietra precedentemente prelevata dalla Porziuncola per essere donata ad alcuni rappresentanti del rifugio per i senzatetto “Rose di San Francesco” di Tersatto, fondato nel 2007 dalla fraternità locale dell’Ordine Francescano Secolare di Tersatto, nella città di Rijeka – Fiume, in Croazia.

I 500 poveri provengono dalle diocesi dell’Umbria guidate dalla Caritas, dall’Associazione francese “Fratello” e da una delegazione proveniente da Roma composta dall’Elemosineria Apostolica e dalle associazioni Caritas Diocesi di Roma, Circolo S. Pietro, Comunità di Sant’Egidio, Coordinamento Regionale Famiglia Vincenziana, Centro Astalli, Acli di Roma.

Alla fine della giornata verranno donati ai partecipanti 500 zaini prodotti nell’ambito del progetto “+Three”, che promuove prodotti realizzati nel rispetto della sostenibilità ambientale ed economica all’interno di una filiera etica socialmente utile, contenenti ognuno abbigliamento donato da Tombolini, noto brand di abiti made in Italy, e così composti: maglioni, sciarpe, cappelli, giacche a vento e mascherine anti Covid in tessuto lavabile e riutilizzabile. L’intero evento potrà essere seguito in diretta tramite il circuito dei media vaticani e sarà trasmesso da alcune reti nazionali e internazionali.

Celebrazione della Santa Messa nella Basilica di San Pietro

Domenica 14 novembre alle ore 10:00 il Papa presiederà la celebrazione della Santa Eucarestia nella Basilica di San Pietro, con la partecipazione di 2mila poveri, in rispetto delle norme sanitarie, assistiti dalle varie Associazioni di volontariato presenti sul territorio di Roma. Le letture e le preghiere dei fedeli verranno proclamate da alcuni poveri. Alla fine della Celebrazione verranno distribuiti pasti caldi a tutti i partecipanti. I biglietti per partecipare alla Celebrazione possono essere ritirati presso gli uffici del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, in Via della Conciliazione 7, da giovedì 11 a sabato 13 novembre, dalle ore 8:30 alle ore 13:30.

(Foto: PCPNE)

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento