Giornata dell’Infanzia Missionaria: “Sii il Sogno di Dio”

Nella solennità dell’Epifania, la Chiesa invita tutti i ragazzi del mondo a vivere la solidarietà con i coetanei dei cinque continenti. Lo slogan di quest’anno è “Sii il sogno di Dio”

di Redazione

“Sii il sogno di Dio”. Questa l’esortazione rivolta a bambini e adolescenti per la Giornata dell’Infanzia Missionaria, che si celebra oggi 6 gennaio per volere di Pio XII.

Nella solennità dell’Epifania, i giovani sono chiamati a scoprire il sogno di Dio, che è la profezia del Regno, e a vivere da protagonisti nell’attuarlo, che è la testimonianza richiesta a tutti i cristiani, in quanto battezzati, senza limitazioni d’età.

Il tema si ispira a quello della Giornata Missionaria dello scorso anno “Testimoni e profeti” e alle parole rivolte da Papa Francesco ai giovani durante l’udienza generale del 20 settembre 2017: “Impara dalla meraviglia, coltiva lo stupore, e soprattutto sogna! Non avere paura di sognare. Sogna. Sogna un mondo che ancora non si vede. Il mondo, infatti, cammina grazie allo sguardo di uomini che hanno sognato. Vivi, Ama, Sogna, Credi!”.

Ma come far comprendere ai più piccoli che già qui ed ora, nella vita di ogni giorno, possono e sono chiamati ad essere testimoni del Vangelo e portatori delle profezie di Dio?

Aiutando i ragazzi a «capire come essere capaci di partire dal proprio Battesimo e dalla fede ricevuta in dono e di “prendere il mondo in simpatia” guardando lontano», spiega don Valerio Bersano, responsabile di Missio Ragazzi. «L’amore di Dio che conosciamo in Gesù, infatti, non è un discorso astratto, ma è un amore concreto, incarnato nei discepoli missionari, piccoli o grandi che siano per età e responsabilità», prosegue il sacerdote.

La Giornata Missionaria dei Ragazzi, oltre a vedere protagonisti i più piccoli nella loro vocazione missionaria in forza del proprio Battesimo, sollecita anche tutte le comunità parrocchiali ad un impegno di solidarietà per quest’appuntamento: la raccolta delle offerte durante le celebrazioni eucaristiche è infatti destinata – per volontà dei vescovi – alla finalità di sostegno dei progetti missionari delle Pontificie Opere Missionarie (Pom) a beneficio dell’infanzia nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento