Giornata contro la tratta. Voci di donne per raccontare un’altra storia

Il 10 febbraio alle ore 17:30 saremo in diretta dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium» per presentare il libro “Donne autrici di un’altra storia”

Un’iniziativa in occasione della Giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta che si celebra oggi 8 febbraio. “Donne autrici di un’altra storia. Un mosaico di voci per ripensare il presente” è un libro che noi di Terra e Missione abbiamo pubblicato con TAU Editrice, che raccoglie storie di 30 donne impegnate per costruire un futuro migliore. Se ne parla il 10 febbraio, in diretta streaming dall’Aula Magna della Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium», in collaborazione con la Diocesi di Porto-Santa Rufina, a partire dalle 17:30 sul canale YouTube della stessa università.

Trenta storie per trenta voci che compongono un mosaico di culture e religioni. Donne di America, Europa, Asia, Africa e Oceania; teologhe, psicologhe, religiose, storiche, ambientaliste, esperte di dialogo interreligioso e missionarie, che riflettono sul cambiamento storico dovuto alla crisi pandemica, raccontano incontri, guarigioni, capovolgimenti, cammini di resilienza. Lo sguardo al femminile sul nostro tempo è tessuto di domande sulle conseguenze per la società, la vita religiosa, gli equilibri estremamente precari in cui si trovano numerose popolazioni, lo sfruttamento, il ruolo della donna, l’interconnessione.

A intervenire Anna Moccia, giornalista, curatrice del testo e founder di Terra e Missione; sr. Carla Venditti della Missione anti tratta “Oasi Madre Clelia”, Maria Grazia Giammarinaro, magistrata, già special rapporteur delle Nazioni Unite sulla tratta di persone, Raffaella Bencivenga, psicologa dell’educazione presso il Progetto “Chaire Gynai”, cui sono destinati i proventi della vendita del libro.

Sono previsti i saluti della Preside della Facoltà «Auxilium», la prof.ssa Piera Ruffinatto, e di sr. Milva Caro, teologa, Superiora provinciale dell’Europa delle Suore Missionarie Scalabriniane, presso cui prende vita “Chaire Gynai” (dal greco, Benvenuta Donna), un progetto di semi-autonomia, voluto da Papa Francesco e nato nel 2018, per donne migranti e rifugiate (con bambini) che si trovano in stato di vulnerabilità e che non dispongono di altre forme di protezione a cui ricorrere.

Il progetto del libro, curato in collaborazione con la rivista digitale “Terra e Missione”, è uno scambio di messaggi di speranza tra le autrici e il mondo, raccolti intorno a tre aree: vulnerabilità, connessione e speranza.

Link per seguire la diretta streaming: https://youtu.be/vAVmmrJQr5A

Scarica il programma

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento