A Roma una mostra e un docu-film contro la tratta

Da domani 12 giugno al via l’iniziativa itinerante promossa dall’Unione delle Superiore Maggiori d’Italia per informare e sensibilizzare i cittadini romani sul tema della tratta degli esseri umani. Dalla mostra fotografica “Nuns Healing Hearts” alla proiezione del documentario “Sue”, presentato al Rome Independent Film Festival.

di Redazione

Ancora oggi, ai bordi delle strade delle nostre città o all’interno di appartamenti celati nel cuore dei condomini che abitiamo, centinaia di donne sono costrette, in schiavitù, a vendere il proprio corpo, vittime dello sfruttamento e, al tempo stesso, dell’indifferenza di cittadini ignari di questo dramma.

Per affrontare la tematica e sensibilizzare la cittadinanza, in un anno così fragile e complesso a causa degli effetti della pandemia, la rete anti-tratta dell’Unione delle Superiore Maggiori d’Italia (Usmi) propone un’iniziativa itinerante che partirà domani 12 giugno dalla Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia (via omonima, nei pressi di piazzale Clodio) per poi spostarsi nelle diverse parrocchie sul territorio laziale.

La mostra fotografica Nuns Healing Hearts

Da domani 12 giugno e fino al 15 giugno 2022, verrà aperta al pubblico la Mostra Nuns Healing Hearts (Suore che curano i cuori). L’esposizione propone dieci foto realizzate per Talitha Kum dalla fotografa e attivista umanitaria statunitense Lisa Kristine, esposte in precedenza al Museo Maxxi di Roma nel mese di marzo 2022.

Le fotografie (scattate in Thailandia, Filippine, Messico, Stati Uniti, Italia e Guatemala) documentano l’impegno della rete Talitha Kum: un lavoro che ha il volto e il cuore di migliaia di suore di varie congregazioni e volontari in oltre 90 Paesi, accanto alle donne sopravvissute alla tratta.

L’inaugurazione della mostra si terrà domani 12 giugno alle ore 16:00 con chiusura alle ore 20:00, dopo la Veglia di preghiera contro la tratta di persone che sarà accompagnata dal “Coro degli Angeli”.

Proiezione del film documentario “Sue”

Tra le iniziative realizzate dall’Usmi, la proiezione di un film documentario di Elisabetta Larosa, prodotto e distribuito dalla Movie Factory srl di Francesco Paolo Montini, in programma mercoledì 15 giugno, alle ore 20:30, presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia.

Il film documentario esplora i sentimenti di tre donne profondamente ferite dallo sfruttamento, che hanno avuto la forza, il coraggio di ricominciare ad essere felici. Tra loro la giovane Joy Ezekiel, che nel 2020 ha pubblicato il libro “Io sono Joy. Un grido di libertà dalla schiavitù della tratta” con la giornalista Mariapia Bonanate. La protagonista sarà presente in sala insieme alla regista del film.

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento