Congo, le immagini dei ponti crollati a Uvira

Oltre alla pandemia di coronavirus, il Paese è alle prese con le piogge torrenziali che negli ultimi tempi hanno causato ingenti problemi alla popolazione. Il 21 aprile le autorità locali hanno annunciato che almeno 46 persone sono morte nelle alluvioni causate dalle forti piogge a Uvira.

Una gallery di scatti che documentano la difficile situazione ci arriva da sr. Rosanna Bucci, missionaria di Maria – Saveriana che opera in Congo dal 1994 e che attualmente gestisce l’ospedale di Luvungi per conto della diocesi di Uvira.

“Al momento la città sembra essere tagliata fuori dal resto del Paese – racconta la missionaria -, dato che i due ponti che ne permettono l’accesso, quello di Sange e quello di Runingu, sono crollati. I disagi sono immensi, anche se con un po’ di creatività la gente riesce a passare a piedi attraversando un ponte di liane e tronchi; in altri tratti si riesce a passare in moto. Io stessa ho sperimentato il disagio del viaggio per raggiungere Uvira. Senza strade il commercio è bloccato, così come ogni comunicazione”.

Lascia un commento