Fra Sandesh Manuel, youtuber da record per una Rivoluzione Laudato Si’

Fra Sandesh Manuel, noto YouTuber, lancia un video per promuovere la Rivoluzione Laudato Si’, movimento globale per la conversione ecologica integrale.

di Redazione

Quanto ancora dovremmo ignorare le sofferenze dei poveri e l’agonia dei martiri ecologici? Quando smetteremo di soffocare la voce delle persone che parlano a nome della Madre Terra? Per quanto tempo dovrebbero passare inosservati questo martirio e l’ecocidio? Sono le domande che Fra Sandesh Manuel, OFM, musicista, chitarrista e YouTuber, rivolge nel video “Rispetta il bene divino nel creato”, lanciato dall’Ufficio di Giustizia, Pace e Integrità del Creato (GPIC) della Curia generale dei Frati Minori oggi 15 luglio, in occasione della festa di San Bonaventura.

La Rivoluzione Laudato Si’

Il noto YouTuber collabora così a una serie di campagne di video per promuovere la Rivoluzione Laudato Si’, un movimento globale per la conversione ecologica integrale, ovvero un’ecologia ambientale, economica e sociale.

“Cristo si trova in tutto il creato, compresa la terra, che chiamiamo casa.
La teologia della creazione di San Bonaventura afferma che Dio può essere trovato in tutte le creature perché sono create dall’AMORE incondizionato di Dio. Secondo lui, il Creato è la Bibbia aperta (Bibbia e terra), la prima Rivelazione. Ma poche persone si rendono conto che le loro azioni e la loro indifferenza verso il benessere della terra e della gente delle periferie sono simboli e sinonimi delle sofferenze del nostro amato Salvatore.
Dobbiamo creare una nuova cultura, una nuova civiltà che dia pieno rispetto all’infinito Amore e Bontà di Dio nel Creato. Solo così potremo cantare insieme a San Francesco d’Assisi e San Bonaventura ‘Lodato sia il Signore (Laudato Si’ mi Signore)!’ Tu ed io, tutti noi siamo chiamati oggi a questa missione rivoluzionaria, la rivoluzione della tenerezza, la rivoluzione del vigore: La Rivoluzione Laudato Si’!”

Articoli correlati: Laudato si’: all’Antonianum un Corso di alta formazione in ecologia integrale

Lascia un commento