Mongolia. In viaggio con le missionarie della Consolata

Proseguono gli appuntamenti con “Fino ai confini della terra”, la rubrica live di Terra e Missione, in collaborazione con Tucum, che ospita viaggi virtuali in compagnia di missionari e missionarie che vivono negli angoli più difficili e dimenticati del pianeta. Il 13 marzo Anna Moccia e Pietro Rossini SX si collegheranno in diretta con le suore missionarie della Consolata in Mongolia, al servizio delle comunità di Ulaanbaatar e Arvaiheer.

La rubrica live si inserisce nel percorso di avvicinamento al Festival della Missione, in programma dal 29 Settembre al 2 Ottobre 2022.

Sarà possibile seguire la diretta streaming dalle ore 15 (italiane) sul canale YouTube di Terra e Missione: www.youtube.com/terraemissione

Le missionarie della Consolata

Le missionarie della Consolata sono presenti in Mongolia dal 2003. Provengono da diversi Paesi e lavorano insieme cercando di vivere la missione nella semplicità, in comunione di fede e di vita, per annunciare il Vangelo a quanti non lo conoscono, in dialogo con i credenti di altre religioni, ed essere una presenza di consolazione tra i più bisognosi.

missionarie della consolata in Mongolia

La missione a Ulaanbaatar

Nella capitale mongola le sorelle sono presenti fin dall’avvio della missione. La città rimane un punto di riferimento per l’apprendimento iniziale della lingua e il primo inserimento nella realtà del Paese, oltre che una base per chi opera nella campagna. Le missionarie della Consolata offrono un servizio alla Chiesa locale, sia presso la Prefettura Apostolica (uffici, commissioni), sia come supporto alle parrocchie e alle altre istituzioni cattoliche. Dal 2016 hanno iniziato anche a lavorare nella periferia nord della città, in una zona molto popolata e in gran parte ancora esclusa dallo sviluppo, realtà più problematica dove si cerca di portare consolazione e speranza. Le attività sono rivolte soprattutto ai bambini: doposcuola, lezioni di inglese e di musica. Inoltre, dal 2021 collaborano con Caritas Mongolia nei progetti di sviluppo del Paese, soprattutto per aiutare a promuovere l’agricoltura. Negli ultimi hanno le missionarie hanno stretto relazioni di amicizia e collaborazione con le autorità locali, che hanno aperto le porte ad una presenza molto piccola e discreta: ad oggi sono 40 le persone battezzate, che vengono seguite nei loro percorsi di accompagnamento, a conferma della crescita della fede cattolica in una nazione dove ha dominato per decenni l’ateismo di Stato e solo negli ultimi 20 anni si è registrata una “rinascita religiosa”.

La missione ad Arvaiheer

Arvaiheer è il capoluogo della regione di Uvurkhangai, nella parte centro-meridionale della Mongolia. Le missionarie ci sono arrivate nel 2006, quando ci volevano 11 ore di fuoristrada per raggiungere il villaggio e la Chiesa Cattolica non era ancora presente. Le sorelle hanno cominciato ad inserirsi lentamente, facendo del volontariato e costruendo relazioni con la gente. Dopo l’ottenimento del permesso per lo svolgimento delle attività sociali e religiose, è stato dato loro in uso un terreno alla periferia del centro abitato (circa 30.000 abitanti), che negli anni è diventato un quartiere di nuovi insediamenti, soprattutto per famiglie che arrivano dalla campagna e non trovano posto in zone più centrali. Le attività che oggi portano avanti sono nate come risposta ai bisogni concreti della gente: il doposcuola per i bambini, le docce pubbliche, il progetto di artigianato per le donne, il day care centre e il gruppo per il recupero di uomini con problemi di alcolismo. Negli anni alcune persone adulte si sono interessate alla proposta di vita cristiana ed hanno intrapreso un cammino di formazione: oggi sono i protagonisti di una comunità cattolica molto piccola, ma vivace e attiva sul territorio.

Come sostenere il progetto in Mongolia

Si può sostenere il cammino delle missionarie attraverso l’app Tucum, nata per effettuare donazioni da dispositivi Android o iPhone con un semplice click. Per sostenere il progetto scarica l’app, clicca su “sostieni un ente accreditato”, inserisci l’importo della donazione, poi clicca su “scegli fondo” e infine seleziona “Missionarie della Consolata”.

Vuoi tenerti aggiornato sulle ultime notizie?
Iscriviti alla Newsletter di Terra e Missione

Lascia un commento